• home
  • chi siamo
  • paesindanza
  • protagonisti
  • eventi
  • Danze Popolari
  • Viaggi
  • Scuole
  • musica e parole
  • Video
  • contatti

A CUTROFIANO, TORNA LI UCCI FESTIVAL. ARTE, MUSICA E DANZA....

E-mail Stampa PDF

A Cutrofiano, provincia di Lecce, torna dal 10 al 16 settembre la 7^edizione del “ Li Ucci Festival”, evento promosso dall’Ass.ne Cult. Sud Ethnic in collaborazione con il Comune di Cutrofiano ed una serie di partner pubblici e privati che patrocinano l’iniziativa. Nasce da un’idea di Antonio Melegari (direttore artistico), che coinvolgendo l’intero gruppo dell’ass.ne cult. Sud Ethnic, vuole ricordare i cantori de " Li Ucci", lo storico gruppo salentino di Cutrofiano, ma anche tutti i cantori e musicisti che hanno fatto si che questa magica tradizione continuasse. Oggi il festival, sotto il segno della tradizione, innovazione e sperimentazione,  è un contenitore a 360 gradi che raccoglie musica, danza, arte, gastronomia, invitando alla scoperta e conoscenza del territorio, occasione imperdibile per tutti, residenti e turisti. (Ballareviaggiando.it web partner)

 

 


Territorio, arte, musica, danza, tradizione, innovazione e sperimentazione. Dal 10 al 16 settembre a CUTROFIANO (LE) ritorna con la sua 7^ Edizione “Li Ucci Festival”: festival di musica popolare e  contenitore di eventi a 360°, nato da un’idea di Antonio Melegari (direttore artistico) ma non solo, tutti i membri dell’ass.ne cult. Sud Ethnic si sono adoperati per giungere a questo fantastico risultato. L'evento negli anni ha assunto dimensioni sempre più importanti  e  da   “una piccola finestra sulla musica è stata trasformata in una porta spalancata su tante realtà artistiche, dalla musica alla fotografia, dalla pittura alla gastronomia, dalla danza alla poesia”. Un evento radicato  nel territorio di Cutrofiano che dà  vita  a numerose iniziative  che interessano diversi luoghi del paese per renderlo vivo ed accogliente, per gli artisti, per i cittadini stessi e per i turisti.  Con Li Ucci Festival si dà  infatti spazio anche alla scoperta del territorio con il Bike Tour organizzato il primo giorno (domenica 10 settembre mattina) in collaborazione con la locale Pro Loco e il Comitato Idee per lo sviluppo del territorio con soste durante il percorso per “Assaggiucci” all’interno di masserie e luoghi che producono prodotti a Km0.

Il Festival, che ogni anno riunisce nomi importanti della tradizione musicale salntina,  è nato per ricordare   i cantori de " Li Ucci", lo storico gruppo di Cutrofiano custode degli "stornelli", dei canti d'amore e di lavoro, spesso improvvisati al ritmo del tamburello, ma anche un’intera generazione di cantori capaci di tramandare il patrimonio popolare salentino. E a Cutrofiano è nato il cantore contadino Uccio Aloisi, uno degli Ucci. Il programma 2017 del Festival è pronto, ma mancano alcuni dettagli e quindi non vogliamo anticiparvi nulla se non solo alcune linee guida per invogliarvi a prender parte e a partecipare, mancano alcuni tasselli ma vi assicuriamo che si presenta molto ricco come nelle passate edizioni.

Domenica 10 settembre, dopo il Bike tour del mattino, alla sera verrà presentato un importante lavoro editoriale di ricerca e poi spazio alla musica che parte dalla tradizione fino ad arrivare all’innovazione in Villa Santa Barbara.  Lunedì 11 settembre, spazio   alle Arti Visive, con l’ inaugurazione de “Li Ucci Tra Musica e Colore” dove artisti e pittori hanno donato la loro arte realizzando sui Piatti di Terracotta grezzi vere e proprie opere di qualità. Il tema della sezione Arti Visive è “I colori della terra” e se nel 2016 il colore scelto era il Rosso Salentino, in questa settima edizione   sarà protagonista  il Verde Salentino. Una collezione di circa 400 opere in terracotta pronte ad essere esposte nella settimana de Li Ucci Festival all’interno dell’ex mercato coperto, diventato poi Laboratorio Urbano “Sottomondo” (Ex Mercato Coperto).

Martedì 12 settembre invece sarà la volta dell’Estemporanea di Pittura di Comunità: tutti gli artisti o visitatori che amano dipingere o disegnare potranno avvicinarsi e prendere il pennello e cimentarsi su una tela di 3 metri di lunghezza per 2 metri di altezza. L’obiettivo è quello di realizzare un’unica opera a più mani. La serata continuerà con una Ronda Spontanea per ripercorrere e riprendere quelle che erano le serate tra amici, e quindi dove non c’era il palco ma un cerchio dove tutti suonavano o ascoltavano, e all’interno si ballava e magari si sorseggiava un po’ di vino rosso. Mercoledì 13 settembre è la volta della lingua grika, una serata dedicata al griko e alle sue “creature”, una riflessione sul griko, con uno spettacolo musicale che omaggia interamente questa fantastica lingua. Il tutto si svolgerà nell’atrio del Palazzo Ducale.

 

Giovedì 14 settembre ritorna “La Chiazza Ca Sona e Ca Vive” in Piazza Cavallotti : il centro storico prenderà vita   grazie ad un concerto di musica popolare salentina il quale sarà preceduto dal Vincitore del Premio Nazionale  Uccifolkontest 2017, concorso che ha chiuso le iscrizioni lo scorso 21 giugno. Venerdì 15 settembre Li Ucci Festival si sposta all’interno della Masseria L’Astore, dove è  presente un Frantoio Ipogeo del 600. Dalle ore 20:00 alle ore 22:00 sarà possibile visitare il Frantoio e sarà messa a disposizione ai presenti una guida che illustrerà la struttura e la sua storia. Alle ore 22:00 spazio alla cultura, alla riflessione e alla musica nello stesso tempo. Alle ore 23:00 e fino a tarda serata con la Pizzica Pizzica si concluderà la serata accompagnata da buon vino e prodotti enogastronomici ma soprattutto preparerà il pubblico alla serata conclusiva del festival. Sabato 16 settembre il “Concerto-Evento alla Rimesa”  con Li Ucci Orkestra, una band  allargata di oltre 20   musicisti  nata nel 2013,  uniti dalla voglia  di costruire in note e in musica gli insegnamenti e la tradizione lasciata dai cantori salentini , e che ospiterà le voci più rappresentative del territorio. Saranno eseguiti i brani più importanti della musica salentina, ma soprattutto sarà possibile ascoltare quelli che spesso non si ascoltano sui palchi. Il Concerto-Evento  sarà aperto dal gruppo Vincitore del Premio Folk & World Nazionale.

 

Cutrofiano,  30 chilometri da Lecce, fa parte della Grecia salentina.  Il centro è noto per la lavorazione artigianale di ceramiche e terrecotte, una tradizione che risale al Medioevo. Da visitare il palazzo Filomarini noto anche come Palazzo della Principessa, edificato su un preesistente castello, il Museo della Ceramica che ripercorre l’arte della cottura dell’argilla dai fossili fino ai variopinti fischietti. Ad un chilometro dall’abitato sorge la cripta di San Giovanni Battista interamente scavata nella roccia dove è  possibile ammirare  la chiesetta rupestre, una piccola necropoli medievale e un frantoio ipogeo.

 

Organizzazione Li Ucci Festival:

Ass.ne Cult. Sud Ethnic in collaborazione con il Comune di Cutrofiano

 

Info e Contatti per LI UCCI FESTIVAL

3776954833

www.liuccifestival.it

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 

 

 

 

 
foto03.png
facebook youtube twitter
  • login

Iscriviti alla Newsletter di Ballareviaggiando








MVULA SUNGANI, SORRENTO, E DANZE DAL MARE 3.0
Immagine

Il 25 agosto ’17 alle ore 21,00 all’interno del festival Sorrento Incontra – La luce dei luoghi andrà in scena, nella magica cornice del Chiostro di San Francesco a Sorrento,  lo spettacolo...
NOTTE DELLA TARANTA, LUCIANO CANNITO ALLA DANZA
Immagine

  E' Luciano Cannito il nuovo  “ maestro concertatore delle danze”   del Concertone de 'La Notte della Taranta' in programma il 26 agosto a Melpignano (Lecce). Dopo Fabrizio Mainini,scelto...