• home
  • chi siamo
  • paesindanza
  • protagonisti
  • eventi
  • Danze Popolari
  • Viaggi
  • Scuole
  • musica e parole
  • Video
  • contatti

UMBRIA FOLK FESTIVAL 2017,TERRA & TERRITORIO

  Si terrà ad Orvieto nella storica Piazza del Popolo, dal 30 agosto al 3 settembre 2017, l’11^ edizione di UMBRIA FOLK FESTIVAL, appuntamento di musica, cultura, enogastronomia, tradizioni popolari e culture diverse tra più importanti del panorama musicale estivo umbro e nazionale, organizzato da Comune di Orvieto, Parametrica e Associazione Umbria Folk Festival dedicato quest’anno a Terra & Territorio.
Secondo una formula ormai collaudata e vincente, durante i cinque giorni del Festival si alterneranno   tanti artisti da sempre impegnati alla riscoperta e valorizzazione della musica popolare e delle tradizioni del nostro Paese. Si comincia mercoledì 30 agosto alle ore 21 con il progetto TRI, viaggio nel patrimonio culturale della Sicilia con tre artisti storici: i Lautari, gruppo catanese da sempre impegnato nella riproposizione degli stilemi popolari tradizionali; Alfio Antico, leggenda vivente, riconosciuto a livello mondiale come uno di più grandi interpreti del tamburo a cornice, e Rita Botto, voce solare e mediterranea, ciascuno dei quali proporrà un repertorio di brani inediti e rielaborazioni di brani popolari, creando un percorso sonoro condiviso. Giovedì 31 agosto sul palco di Piazza del Popolo salirà l’Orchestra Popolare “La Notte della Taranta”. Nel Concertone finale del Festival di Melpignano, l’Orchestra composta da musicisti di pizzica e musica popolare di tutto il Salento, ogni anno è diretta da un diverso Maestro Concertatore, con cui rivisita il repertorio tradizionale collaborando con noti artisti italiani e internazionali. L’Orchestra esplora le verità nuove e impellenti della pizzica nell’inevitabile flusso della musica. Esibendosi anche all’estero durante il resto dell’anno, costituisce uno straordinario strumento di promozione culturale di un affascinante “mondo nel mondo”. Atteso protagonista del Festival sarà, venerdì 1 settembre, VINICIO CAPOSSELA in “Combat Folk”. I concerti denominati “Combat folk”, tra cui quello di Umbria Folk Festival, sono rivincite all’aperto in contesti molto popolari dedicati al folk e alla terra, che dopo i due tour “Ombra” e “Polvere” celebrano il disco “Canzoni della Cupa”. “Nei concerti di Combat Folk più che la scenografia o l’evocazione teatrale - afferma lo stesso Vinicio Capossela - è protagonista la musica. Una formazione a due trombe, con propulsione a tamburo e pompa di contrabbasso, schitarrante di ballate, violino e serenate, al grido di battaglia di ‘All’incontrè ‘R’, come il festival sponzante nelle terre che questa musica ha generato. Per rivoltare la polvere!”. Nella stessa serata, sarà sul grande palco di Piazza del Popolo, anche il Coro dei Minatori di Santa Fiora, protagonisti del recupero e della reinterpretazione del vasto e originale repertorio di musica popolare di Santa Fiora e delle località minerarie del Monte Amiata. Questa serata è organizzata in collaborazione con BNL per Telethon, con la finalità di raccogliere fondi a favore della ricerca scientifica: una parte del ricavato della vendita dei biglietti sarà devoluto, infatti, alla Fondazione Telethon una delle principali charity biomediche italiane, nata nel 1990 con l’obiettivo di arrivare alla cura delle malattie genetiche rare grazie a una ricerca scientifica di eccellenza, selezionata secondo le migliori prassi condivise a livello internazionale, attraverso il metodo - unico nel panorama italiano – di tracciare l’intera “filiera della ricerca” occupandosi della raccolta fondi, della selezione e del finanziamento dei progetti e della ricerca vera e propria portata avanti nei centri e nei laboratori della Fondazione, ricerca i cui risultati si traducono in terapie accessibili ai pazienti. Alla serata collabora anche l’Associazione 3.36 per Barbara e Matteo, nata un anno fa per ricordare la giovane coppia di Orvieto che, la notte del sisma del 24 agosto 2016, ha perso la vita sotto le macerie dell’Hotel Roma di Amatrice.  L’associazione senza scopo di lucro, che ha l’intento di aiutare la Protezione Civile di Orvieto nel suo prezioso lavoro, si impegna con una serie di attività e iniziative nella raccolta di fondi destinati a scopi benefici. La band BAUSTELLE sarà invece protagonista della serata di Sabato 2 settembre, alle 21, con la sua capacità di fare proprie la canzone d’autore italiana e francese, la new wave, l’elettronica vintage, la bossa nova, le colonne sonore anni ’60 e ’70. Dopo sei dischi e numerosi riconoscimenti, i Baustelle sono ancora in grado di esibire leggerezza e spessore in parti uguali. Il loro ultimo disco, L’amore e la violenza, è una raccolta di canzoni che non hanno paura di essere cantate, un disco colorato e libero dove si amalgamano riferimenti e citazioni, suggestioni e nostalgie. L’evento conclusivo di Umbria Folk Festival 2017 è per domenica 3 settembre alle 21 con BRIGALLÈ e la sua musica popolare dal ritmo incalzante, energia pura. L’idea di rivalutare i canti popolari e la voglia di proporre nuove melodie in dialetto ciociaro è alla base dello spirito musicale di Brigallè. A ritmo di cassa battente e tamburelli, organetto e chitarre, fisarmonica e castagnette, cantando spaccati di vita quotidiana e storie di Briganti, attraverso una ricerca meticolosa dei testi e della musicalità, la band interpreta il bagaglio musicale più importante del centro Sud. Protagonista della serata sarà anche LA RISERVA MOAC, una  band senza frontiere, che fa della sintesi di suoni, parole e ritmi del mondo una profezia musicale e uno stile di vita, dando origine ad un caratteristico e personale sound che spazia dal Balkan alla Patchanka. Grazie ad un notevole carnet di riconoscimenti e alla costante presenza in molte compilation italiane ed estere, viene considerata una tra le band più importanti della scena musicale italiana. La frenetica sessione degli ottoni della Bukurosh Balkan Orkestra propone vivaci arrangiamenti originali e rivisitati. Come nelle precedenti edizioni, per tutta la durata del Festival, la Taverna Folk a cura del Gruppo Cramst offrirà la possibilità di gustare un’ampia scelta di piatti tipici, spuntini, menù vari e vini di territorio a tempo di musica.
Umbria Folk Festival è    anticipato dalla rassegna Aspettando Umbria Folk Festival: spettacoli e concerti itineranti nei comuni dell’Orvietano organizzati in collaborazione con Proloco e associazioni del territorio. Il 22 luglio a Castel Viscardo, passeggiata musicale con il gruppo Meritmirì e il concerto di Eusebio Martinelli Gipsy Orkestar. Mentre, il 29 luglio, nell’ambito di “Pizzica nel borgo”, Parrano ospiterà alcuni musicisti del gruppo Mamma li Turchi e dell’Orchestra Giovanile di Musica Popolare. Alla Penisola Country Resort, sul Lago di Corbara, spazio invece alla  Festa di Mezza Estate con il gruppo Mamma li Turchi  (14 agosto) e  Antonio Ballarano XXL band  (15 agosto).  E ancora, Sabato 26 agosto, alla FolkOsteria di Orvieto, come Anteprima di Umbria Folk Festival è in programma Lamorivostri  (Lavinia Mancusi, Monica Neri e Rita Tumminia). Nel programma di Umbria Folk Festival, infine, convegni, incontri con gli artisti, mercati artigianali e laboratori per bambini, eventi dedicati alle famiglie e ai turisti. La vendita online dei biglietti di Vinicio Capossela, Baustelle e la Notte della Taranta è attiva su www.boxol.it.  Tutti gli altri concerti sono ad INGRESSO LIBERO. Info Festival: www.umbriafolkfestival.it - 348.5223072  373.8681221

TAHITI, TRA UKUELE E DANZE TRADIZIONALI

L’autenticità di una destinazione passa soprattutto attraverso le tradizioni locali e, prima tra tutte, l’espressione artistica dei suoi usi e costumi. Ecco   perchè la musica a Tahiti gioca un ruolo fondamentale per conoscere, comprendere e, soprattutto, vivere in prima persona lo spirito della loro gente.
Le dolci melodie polinesiane hanno da sempre accompagnato molte delle attività collettive, prima tra tutte la celebrazione religiosa in luoghi suggestivi come gli antichi Marae, siti sacri immerse nella natura.
La musica è poi la protagonista assoluta delle tipiche danze polinesiane, che hanno caratterizzato per decenni la cultura locale e che costituiscono ancora oggi un tratto inconfondibile di queste terre lontane. La danza polinesiana, Ori Tahiti, era anticamente legata ai diversi aspetti della vita quotidiana per esprimere gli stati d’animo, come forma di seduzione o come modalità di venerazione e preghiera agli dei, come espressione di sfida nei confronti di un nemico o, al contrario, per accogliere un visitatore.

Questa forma di danza, dai movimenti molto delicati e allo stesso tempo pieni di energia, è ancora oggi accompagnata dagli strumenti musicali tradizionali, come percussioni, strumenti a corda e flauti.Questa colonna portante della storia locale, in gran parte tramandata oralmente, viene celebrata con orgoglio dal popolo polinesiano che si impegna a preservarla anche ai giorni nostri.

Sono numerosi i festival e gli eventi che vengono organizzati ogni anno per tramandare questa tradizione anche alle generazioni più giovani. Tra questi, l’Ukulele Festival, dall’11 al 17 settembre, con una serie di appuntamenti dedicati a questo strumento tipico delle isole del Pacifico.
Lo strumento, tanto caro agli abitanti locali, è riuscito anche ad annoverare Tahiti tra i Guinness World Records dell’anno 2015 per il gruppo più numeroso di suonatori di ukulele, superato solo quest’anno da una compagnia cinese.   www.tahiti-tourisme.it e pagina Facebook Tahiti Tourisme Italia

IN QUESTO NUMERO DI BALLAREVIAGGIANDO.IT

On line il numero di  luglio-agosto 2017  di ballareviaggiando.it che  si apre con le anticipazioni su LI UCCI Festival che torna a   Cutrofiano, provincia di Lecce,   dal 10 al 16 settembre,  evento promosso dall’Ass.ne Cult. Sud Ethnic in collaborazione con il Comune di Cutrofiano ed una serie di partner pubblici e privati che patrocinano l’iniziativa. Nasce da un’idea di Antonio Melegari (direttore artistico), che coinvolgendo l’intero gruppo dell’ass.ne cult. Sud Ethnic, vuole ricordare i cantori de " Li Ucci", lo storico gruppo salentino di Cutrofiano, ma anche tutti i cantori e musicisti che hanno fatto si che questa magica tradizione continuasse. Oggi il festival, sotto il segno della tradizione, innovazione e sperimentazione,  è un contenitore a 360 gradi che raccoglie musica, danza, arte, gastronomia, invitando alla scoperta e conoscenza del territorio, occasione imperdibile per tutti, residenti e turisti. (Ballareviaggiando.it web partner) Per contatti www.liuccifestival.it- Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  

In Paesindanza una rassegna dei temi e paesi toccati  nella rubrica " Ballareviaggiando" che viene tenuta ogni mese  su Radiodanza da Livia Rocco. Le danze dei tanti paesi del mondo – tra i punti di forza della nostra rivista web – da qualche mese sono arrivate infatti anche a Radiodanza, con questa nuova    trasmissione.    Un mondo affascinante e incredibilmente vario, che abbiamo cercato di 'catturare' in mezz'ora abbondante  in onda una volta al mese (l'ultimo giovedì, alle 16) e dedicata, di volta in volta, a un paese o a un'area geografica.Le trasmissioni riprendono a settembre.
    Per  Protagonisti l'incontro con Antonio Lalli, tanghero romano, tra i pionieri della diffusione di questa dsciplina nella capitale, dj e organizzatore di eventi , che ama nel tango argentino  l'eleganza, la passione, la liberta e l'improvvisazione. E poi   Walter Sciortino e la Kizomba La Kizomba, ballo e genere musicale oggi molto amato soprattutto in America latina, è un punto di riferimento e uno snodo importante nel percorso di Walter Sciortino, cantautore protagonista di un felice incontro tra musica e danza. Il successo del suo videoclip “Donde estaràs” si deve anche alla scelta di questo particolare stile e a una coppia di ballerini - Gianni & Serena della Kizomba Roma School - che ha partecipato con entusiasmo al progetto.
Ricco il calendario di Eventi. "All’Incontre’R – Rivoluzioni e mondi al rovescio” è il titolo della quinta edizione del particolarissimo festival ideato e diretto da Vinicio Capossela, che animerà – o meglio 'rianimerà' – i paesi semiabbandonati dell'Alta Irpinia. Per una settimana, dal 21 al 27 agosto, Calitri e altri cinque borghi di quest'area saranno 'invasi' da musica, danza, teatro, letteratura, cinema, escursioni, degustazioni enogastronomiche: un programma ricco e articolato, all'insegna del rovesciamento di molte convenzioni, in una festa trasgressiva e controcorrente. Dal 20 al 27 agosto 2017,  a Marina di Camerota (Salerno - Campania), all'interno del villaggio turistico"Villamarina torna Etnie, un'idea di Nando Citarella,  manifestazione   ormai arrivata alla sua 25ª edizione, e sempre di più  appuntamento imperdibile   per tutti coloro che vogliono  coltivare e approfondire la passione  per le culture e le tradizioni popolari di molti paesi del mondo.Corsi e laboratori di danza, canto, percussioni   con maestri di riconosciuta fama internazionale. E per l'autunno   la nuova stagione del teatro Olimpico di Roma    all'insegna del motto “energia positiva”.  Una programmazione che, come sottolinea Lucia Bocca Montefoschi, direttore artistico e amministratore delegato del teatro, “mai come quest'anno abbraccia tutti i generi dell'espressione artistica”.Danza compresa ,naturalmente.       Per Musica e Danze Popolari il progetto "SALTARELLA. La Nostra Terra che Balla! Suoni, Sapori e Culture tradizionali in movimento", a cura dell' Auditorium Parco della Musica di Roma, in collaborazione con Finisterre , Direzione Artistica Ambrogio Sparagna. Progetto che che ha preso il via  con Ballo!, andato in scena all'Auditorium il 29 giugno scorso ricordando le terre dell'Alta Sabina,   la sua cultura musicale, la sua tradizione di poesia in ottava rima ,i suoi strumenti antichi come le ciaramelle, la sua espressione di danza, la Saltarella ,   e soprattutto le sue ferite dopo il terremoto e la voglia di ricominciare “stando insieme e facendo comunità- come afferma abbracciato al suo organetto Ambrogio Sparagna , direttore artistico della performance giunta alla sua ottava edizione, che rilancia   il suo invito a danzare e suonare  tenendo le mani ferme su un patrimonio che può sfuggire e perdersi. Ballareviaggiando.it  è stato web partner dello spettacolo.

    Nella rubrica  Viaggi tematici legati al ballo e alla musica c'è una vasta scelta. Sotto il segno  della rumba , che rappresenta l'identità di Cuba, danza riconosciuta  dal  Patrimonio  Unesco   un tour attraverso l'Isla Grande con il progetto Timbalaye da Pinar del Rio a Santiago  dal 16 al 31 agosto  : spettacoli, lezioni e stage e incontri culturali. E sulle note di Despacito suggerimenti per una vacanza a Portorico.  E poi il mare chiama  e si possono fare progetti per l'autunno. Parte a novembre La crociera del Tango con Costa Crociere a bordo di Costa Mediterranea:  un itinerario affascinante, lezioni con maestri di alto profilo, spettacoli e tanta atmosfera da milonga. A ottobre il via a  La Crociera della Pizzica: l’anima musicale del Salento sale a bordo di MSC Meraviglia  dal 2 al 9 ottobre 2017  per la  quinta edizione di questo evento.   Organizzazione  Ruffo Viaggi.  Lezioni  di pizzica e tamburello,  spettacoli, concerti, socializzazione e condivisione   con artisti di pregio: I Tamburellisti di Torrepaduli, Serena D’Amato, Luigi Marra, Io te  &   Puccia,  e il dj  Marco Giorgino.   Per Musica e Parole Aldo Caponi, in arte Don Backy ,che ha lanciato recentemente il suo ultimo CD Pianeta  Donna, presenta il suo libro " Io che miro al tondo", edizioni Clichy, rieditato dopo 50 anni dalla sua  prima uscita per Feltrinelli.Tante  le  storie, aneddoti e  curiosità  che girano intorno  alla genesi del  volume scritto dal cantante autore per mettere a nudo delle sensazioni d'amore. Incontro alla libreria I Trapezisti di Roma     Per concludere la sezione Video, curata da Elio Ippolito, sempre con nuovi filmati e video:  Ballo! La Saltarella, edizione 2017; Rumba de Mar di Alberto Laurenti, Daddy Yankee, Fiesta 2017.
---------------------------------------- Iniziative: ricordiamo   gli appuntamenti di ballareviaggiando Academy, lezioni di danze popolari italiane per turisti italiani e stranieri di passaggio nella capitale, e  congressisti con la docente, danzatrice e ricercatrice   Francesca Trenta.    Incontri  on demand  in locali romani con stage più aperitivo. Scrivere a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.   ------------------------------- BallareViaggiando è su facebook (Pagina) e su Twitter. Sul gruppo Ballare Viaggiando FB è possibile condividere eventi di danza e musica.   I SERVIZI OFFERTI DA BALLAREVIAGGIANDO.IT  ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. )   ° Si realizzano videoclip e promo  a prezzi competitivi (concerti, spettacoli, saggi fine anno eccetera)   °Si realizzano lavori grafici, locandine, folder ecc   °Servizio Ufficio Stampa, Servizio Newsletter promozione eventi   ° Inserzioni banner per raggiungere un target interessato al tema della danza e del viaggio  

012

Mitici...quei balli anni '60

E-mail Stampa PDF

“A St. Tropez la luna si desta con te e balla il twist contando le stelle nel ciel.... Twist, twist, tutto il mondo Twist, twist, sta impazzendo …..”

Twist, surf, hully - gully , shake ... sono gli intramontabili balli degli anni 60, protagonisti  delle  feste  degli anni passati  e portatori di tanto  divertimento.  Sono i ritmi che  hanno fatto “scoppiare” la coppia  classica,  ancora molti vivi e coinvolgenti

di Ilaria Mandoli

Negli anni 60, insieme al boom della musica leggera, nazionale o di importazione, con brani che segnavano lo scorrere delle stagioni  con la classica canzone   invernale legata  al Festival di Sanremo  e con i successi estivi che  uscivano dal Cantagiro,  Un disco per l'estate e altro, ci fu un ricco fiorire di  balli, di varia tradizione e origine, che hanno cominciato a tenere  banco nelle  classiche feste in alternativa al ballo del mattone.

Leggi tutto...
 

Salsa e merengue a Cuba e Santo Domingo con Margo', Eden Viaggi

E-mail Stampa PDF

Viaggiare e ballare sotto il cielo di Cuba e Santo Domingo è molto facile con i pacchetti proposti da Margò, il marchio di Eden Viaggi dedicato ai viaggiatori liberi e indipendenti. Lezioni  di merengue, bachata e salsa con maestri  professionisti del luogo per rendere la  vacanza più autentica

di Ester Ippolito


Conoscere  paesi, come Cuba e Repubblica  Dominicana, che hanno il ritmo nel sangue ,  immergersi nel ballo, entrare a contatto con ballerini e maestri locali che sanno anche trasmettere molto  dell'anima  del territorio. E’ quanto propone il marchio Margo' del tour operator Eden Viaggi  con un nuovo ed esclusivo programma di balli latino americani  da abbinare ai soggiorni di vacanza, e che  prevede  il pacchetto “Salsa, merengue e bachata” (Rep. Dominicana) e il pacchetto “ Salsa” (Cuba).

Leggi tutto...
 

La Discofox parla tedesco

E-mail Stampa PDF

Dimenticatevi i Caraibi, paesaggi tropicali o le strade di New York e… ascoltate  solo il ritmo. E questo ritmo, preparatevi, oggi proviene prettamente dalla Germania, Svizzera, Austria e anche dal nostro vicino Alto Adige. Stiamo parlando di  Discofox…Le origini l'Hustle americano

di Manuela Mauri

Il Disco Fox o  Disco Hustle,  conosciuto anche come Disco Swing o Beat Fox, è adattissimo alle piste da ballo affollate grazie all'arricchimento dei ritmi moderni come base. Lo stile affonda le sue origini nei primi anni settanta- andate con il ricordo  a La Febbre del sabato sera- poi  nel tempo sono stati introdotti dei cambiamenti: da stile libero da discoteca si è ritornati  al ballo di coppia.  Così in America nacque l’Hustle ed in Europa, soprattutto in Germania, il Disco Fox, un mix di elementi presi dalla Salsa, Foxtrot, Swing, Balli Latinoamericani ed il vecchio rock, incamerando e reinterpretando tutte le figure.

Leggi tutto...
 

La rassegna ‘Le danze dei continenti’ si lancia nel futuro

E-mail Stampa PDF

di Livia Rocco

Avrà un seguito “Le Danze dei Continenti”, la prima rassegna di danze etniche e popolari che si è svolta a Roma il 5 marzo, presso il Teatro Viganò. Alessandra Micarelli, una delle organizzatrici dell’insolita e innovativa manifestazione, esprime soddisfazione per aver realizzato il suo progetto. “Mi sono divertita, lo spettacolo è stato molto bello, e certamente si farà una seconda edizione, con molte novità e più consapevolezza”.
Per ogni continente è stata premiata una delle 22 esibizioni, e i danzatori hanno ricevuto una targa di riconoscimento.

Leggi tutto...
 

Carnevale alle Isole Vergini (17 aprile-7 maggio), protagonista il Calypso e non solo

E-mail Stampa PDF

Passato, presente e  futuro della cultura dell’arcipelago su un palcoscenico in occasione del Carnevale all'isola di St. Thomas. Calypso, Steel pan e Quadriglia  tra le espressioni principali delle danze dell'arcipelago

Da non perdere i festeggiamenti del Carnevale  alle Isole Vergini, dal 17 aprile fino al 7 maggio 2011, nell'isola di St.Thomas, una destinazione  affascinante, un mix di mare splendido, antiche tradizioni e sabor caraibico. Il Carnevale rappresenta un momento felice  in cui gli  isolani  hanno modo di dare  sfogo alla propria creatività e talento, proponendo una serie di eventi  che celebrano l'antico retaggio   dell'isola,  dove musica e danza hanno un ruolo rilevante.

Leggi tutto...
 


Pagina 18 di 19
foto01.png
facebook youtube twitter
  • login

Iscriviti alla Newsletter di Ballareviaggiando








MVULA SUNGANI, SORRENTO, E DANZE DAL MARE 3.0
Immagine

Il 25 agosto ’17 alle ore 21,00 all’interno del festival Sorrento Incontra – La luce dei luoghi andrà in scena, nella magica cornice del Chiostro di San Francesco a Sorrento,  lo spettacolo...
NOTTE DELLA TARANTA, LUCIANO CANNITO ALLA DANZA
Immagine

  E' Luciano Cannito il nuovo  “ maestro concertatore delle danze”   del Concertone de 'La Notte della Taranta' in programma il 26 agosto a Melpignano (Lecce). Dopo Fabrizio Mainini,scelto...