Isabel, la scelta di danzare

Le scelte di Isabel De Lorenzo, danzatrice orientale e tribale, fondatrice e direttrice con Lara Rocchetti della scuola romana San Lo’, punto di riferimento delle danze etniche della capitale. Folgorata dalla danza orientale, ha allargato  la sua formazione  a tutte le sfaccettature di questo stile avvicinandosi poi  con passione all’ATS.    Il  Roma Tribal Meeting  e  la   rivista  Tribal Belly Dance

di Ester Ippolito

“Quando danzo mi piace la comunicazione  nei due sensi, quello che esprimo e quello che ricevo”. Parole  di Isabel De Lorenzo, brasiliana, residente in Italia, a Roma, dal 1998, danzatrice professionista “ per passione e per scelta” , fondatrice insieme  alla  ballerina   di danza orientale Lara Rocchetti nel  2003 della scuola San Lo’ a Roma, vero e proprio punto di riferimento per le danze del mondo nella capitale. Serena, equilibrata e dolce, si racconta esprimendo soddisfazione per i suoi obiettivi personali e professionali raggiunti: una vita dedicata alla danza tra insegnamento e spettacoli,  una continua ricerca sul campo, una scuola da gestire, contenitore non solo di una miriade di corsi tenuti da docenti di livello  ma anche di stage con professionisti internazionali, incontri, eventi,  spettacoli…   Ultima creatura  un magazine dedicato in toto alla danza orientale e alle  sue tante sfaccettare e sfumature (www.bellydanceitalia.com). E una strada aperta ancora a tante  altre scoperte e sperimentazioni.

Dal Brasile all’Italia  inseguendo  il mito della danza orientale

Ho iniziato a ballare fin da bambina - dice-  passando dalla danza classica  al modern Jazz e allo stile contemporaneo.  A 20 anni, ancora in Brasile, la scintilla: ho scoperto la danza orientale  che ho seguito in modo amatoriale e con grande entusiasmo  per una decina di anni. Sono molto legata alla musica brasiliana – sottolinea - conosco le danze popolari , mi piacciono,  ma ho sempre avuto voglia di esotico”. Volitiva e decisa, a 30 anni Isabel compie una scelta di vita. “ Ero ricercatrice universitaria a San Paolo  in campo letterario  ma ho deciso di lasciare  e dedicare la mia vita alla danza. Seconda decisione importante, sempre nel 1998,  il mio trasferimento in Italia dove  mi sono dedicata  con slancio alla mia nuova professione legata alla danza orientale con insegnamento in varie scuole e spettacoli ed esibizioni e approfondimento di questo stile con maestri di prestigio ”.Tra questi Saad Ismail.

L’incontro con Lara Rocchetti i ha fatto scattare un’ulteriore scintilla : l’idea di creare una vera e propria scuola. “ Fare lezioni  nelle varie palestre  a un certo punto ci è sembrato insufficiente, si creava una dispersione geografica con l’impossibilità   di  coltivare la diffusione  culturale della danza orientale  che era uno dei nostri obiettivi. Cercavamo un luogo dove raccogliere tutto l’universo dei questo stile,  radici e contaminazioni.   Dopo aver  lavorato sul progetto circa due anni nel 2003 è nata San Lo’,  grazie ai fondi europei per l'imprenditoria femminile elargiti dalla Regione Lazio. Nel frattempo il  nostro  programma si era ampliato ed arricchito mirando ad accogliere nella nostra scuola  tutte  le danze del mondo  realizzando un vero spazio multiculturale che nel 2013  andrà a festeggiare i suoi 10 anni”. E come  si legge sul sito della San Lo’, l’ubicazione della scuola nel cuore del quartiere di San Lorenzo  (via Tiburtina Antica  5/b) non è stata casuale  ma determinata dalla vicinanza di Piazza Vittorio,  vero centro multiculturale per eccellenza…

Dalla danza orientale al mondo dell’ATS. Il Roma Tribal Meeting e Carovana Tribale

Tornando al percorso artistico di Isabel, grazie ai  suoi studi costanti e alla sua curiosità,  il  suo mondo della danza si è allargato sempre più:  partendo dalla classica danza orientale di matrice egiziana, la danzatrice  si  è avvicinata fin dagli anni 80/90  a tutto il folclore  mediorientale  e maghrebino fino alle contaminazioni  contemporanee e fusion…passando  dal flamenco arabo alla  danza orientale tribale, tribal fusion, danza yoga…Fino all’incontro con l’ATS, American Tribal Style, di origine Usa, San Francisco, disciplina nata dall’intuizione   di Carolena Nericcio presso  la quale Isabel ha conseguito una formazione certificata nel 2010.  “All'inizio  mi sono avvicinata da autodidatta a questo stile di danza di gruppo (tribe), aperta a donne di tutte le età e  legato all’improvvisazione seguendo dei segni convenzionali,   e poi ho  completato   la mia formazione  a San Francisco. Nell’ATS si raccoglie  una miriade di elementi di danza e di culture  presi dalle zingare egiziane e  zingare spagnole, più un  mix tra   elementi delle danze  indiane Kathak  e   ispirazioni delle danze tribali del Maghreb. Sono più mondi che s’incontrano  e che si rintracciano visibilmente  nella ricchezza dei costumi che mescolano colori e accessori.  Tengo corsi di questa disciplina a Roma, in altre città italiane e all’estero,  ho partecipato a Festival Internazionali e sono  profondamente impegnata nella diffusione di   questo stile in Italia, Europa e anche  in Brasile”Ma Isabel sottolinea il suo vero punto di orgoglio : “ E’ quello  di aver  realizzato  il Roma Tribal Meeting,  una manifestazione a  cadenza annuale, che si svolge al San Lo’. Si tratta di un raduno internazionale  con la partecipazione di allievi, danzatori e docenti provenienti dai più vari   paesi per un confronto tra tradizione e innovazione  e una crescita  culturale, tenendo conto che ATS e Tribal Fusion sono il crocevia che ha cambiato il panorama della danza orientale nel mondo”. La terza edizione è programmata dal 3 al 5  maggio sempre al San Lo’. Isabel è anche la fondatrice e direttrice  di Carovana Tribale , prima troupe italiana di tribal bellydance, che si esibisce in spettacoli e perfomance.

La passione del Teatro Danza e il magazine  BellyDance

Un’altra  passione  è il Teatro Danza: nel  curriculum  di Isabel la collaborazione a varie compagnie teatrali e la realizzazione di spettacoli propri. Tra questi  “ Frida Suite”, un' opera mista di teatro e danza ispirata a Frida Kahlo,  interessante figura di artista messicana.  “ In questa performance ho messo  al centro la femminilità, la vita e la morte. Ho ricevuto un invito da Milano per una replica e dovrei presentare alcuni estratti della performance in  festival internazionali - spiega. Ma non finisce  qui: ultima  creatura, targata 2012, la  prima rivista  web in Italia  dedicata alla danza orientale e alla tribal bellydance (www.bellydanceitalia.com):  una veste grafica molto raffinata e accattivante, e articoli, interviste, notizie su  insegnanti, scuole ed eventi, divagazioni su arte, moda e cinema…  “Il magazine, realizzato in  collaborazione con la casa editrice Granviale e il giornalista Luca Ferrari,  rappresenta un po’ la   chiusura del cerchio delle mie aspirazioni: grazie a questo sono tornata infatti anche nel mondo della scrittura. A livello personale sono felice - ribadisce -   perché ho scelto di danzare e danzo, sono riuscita ad aprire una scuola  di livello a Roma, ho portato   il Tribal in Italia, e adesso seguo la  rivista web.  Tanti tasselli importanti  che contribuiscono alla mia   mission che è soprattutto quella,  a parte la carriera di danzatrice,  di  divulgare il valore della danza   e  creare una  vera comunità internazionale  della danza. A livello pubblico, invece- sottolinea-  riscontro alcune  carenze e il mio grande desiderio sarebbe  quello   di vedere  una  valorizzazione e diffusione della danza più forte , vasta e  supportata perché  la danza  è interente  all’ essere umano e non ha limiti”.

---------------------------------------------------------------------------------------------------

San Lo’, il grande viaggio- San Lo' nasce nel 2003 dalla volontà di due danzatrici e insegnanti di danza orientale, Isabel De Lorenzo e Lara Rocchetti, di creare a Roma uno spazio specificamente volto ad accogliere e promuovere manifestazioni multiculturali nel campo della danza e dintorni.Sito in un loft alle porte dell'Antica Roma, nel cuore del movimentato quartiere San Lorenzo, il San Lo' ha tre sale attrezzate per la pratica della danza (da 40, 70 e 96m2) integrate in uno spazio polifunzionale adatto a proiezioni, incontri, mostre, performance e spettacoli. E' dedicato maggiormente alle danze etniche, ma anche al classico, al contemporaneo, ai bambini, alla musica, ai balli da sala, al teatro, alla salute e al benessere. Accoglie anche un modernissimo studio Pilates (The Loft Studio, diretto da Federica Cutugno). Frequentato in questi 9 anni di esistenza da migliaia di studenti, danzatori, professionisti dello spettacolo e amanti della cultura del movimento, il San Lo' è oggi un punto di riferimento per la danza a Roma.

www.isabeldelorenzo.it

www.sanlo.it

www.romatribal.com

www.bellydanceitalia.com


Stampa