Albarella, l’isola green. Natura e sport e bambini

“ L’Isola green dove fare sport immersi nella natura”. E’ il nuovo claim dell’Isola di Albarella, la nota località turistica del Delta del Po (gruppo Marcegaglia), che si riposiziona sul mercato, lanciando innovativi progetti ambientali , puntando  allo sport e all’infanzia.

Lo scopo del marchio del gruppo Marcegaglia è di veicolare, infatti, con un’apposita strategia, le proprie caratteristiche peculiari, che la rendono “un’isola unica e speciale”, facendo vivere ai propri ospiti esperienze sportive e umane indimenticabili a contatto con un ambiente totalmente incontaminato. Si parte dal concetto di Isola , un territorio circondato dall’acqua, dal mare alla laguna, che si distacca da tutto quello che è ordinario e diventa anzi un luogo isolato e meditativo, quasi spirituale. Green invece è il termine che identifica l’attenzione che si dimostra in ogni azione e comportamento promosso in Isola verso l’ambiente: dalla raccolta differenziata (72,6% di seguito) all’abolizione della plastica dall’uso di biciclette per gli spostamenti ai proget di ripopolamento boschivo .

In ottica green, nel weekend di Pasqua , si inaugurerà il primo parco avventura ecosostenibile , AlbarellaLand , dedicato ai più piccoli e alle loro famiglie, progettato dallo studio Coloco di Parigi all’interno di un più ampio progetto di riqualificazione degli spazi naturali, chiamato “Immersi nella natura” . Lo scopo del progetto è duplice: promuovere e tutelare l’ambiente naturale dell’Isola, investendo su servizi e pratiche green, e prolungare nel tempo la stagione turistica, considerando anche primavera e autunno. In questo senso si stanno sviluppando anche interventi legati alla riqualificazione dell’illuminazione (riducendo del 40% il consumo) .

L’Isola di Albarella poi è il luogo ideale dove praticare sport , grazie alle tante strutture sportive presenti (24 campi da tennis, campo da golf 18 buche, piscina olimpionica, campi da beach volley, beach tennis, calcio, calcetto e basket, scuola di tiro con l’arco, equitazione, vela-sup-kite) e il suo ambiente naturale (2,5 km di percorso attrezzato per il running e l’allenamento a corpo libero all’ombra dei pini marittimi, 10 km di pista ciclabile sospesa tra il mare e la laguna del Delta del Po). Per tutto l’anno saranno organizzati eventi sportivi in collaborazione con il Coni e varie federazioni del territorio. Il tutto inserito in un contesto naturale tutelato dall’Unesco, il Parco del Delta del Po , con animali selvatici che interagiscono con gli ospiti, come daini, lepri, fenicotteri e uccelli di moltissime specie diverse che si possono incontrare solo in questo territorio. Tutti gli animali sono i benvenuti, grazie a spiagge e spazi attrezzati per gli amici a quattrozampe. Grande attenzione è rivolta ai bambini , che in questo contesto possono crescere seguendo attività di animazione didattica e laboratori educativi, denominati Steam , progettati per insegnare il rispetto per l’ambiente, l’amore per lo sport, le scienze e le arti, divertendosi in un contesto sicuro e a contatto con la natura.


Stampa